Teulada

Si trova in provincia di Cagliari e conta 3988 abitanti. La sua origine risale alla dominazione dei Romani. Lungo il suo territorio sono presenti vari nuraghi testimonianza di un borgo abitato da popolazioni autoctone.
Testimonianze pre-nuragiche sono presenti all’interno della grotta di Monte Sa Cona, dove sono stati riportato alla luce antichi luoghi di sepoltura con suppellettili riferibili alla “cultura di Bonnanaro”.
Teulada preserva le sue tradizioni con i costumi sardi, il costume maschile è riconosciuto in tutta l’Isola per via del cappello maschile a falde largo al posto della comune berritta.
Il centro storico ospita la parrocchia della Madonna del Carmelo e la chiesa di S. Francesco di epoca ‘600 –‘700. Intorno a Teulada il territorio è caratterizzato da una da una zona montana molto interessante che ospita la foresta demaniale di Is Cannoneris. Da programmare le escursioni nelle foreste di Gutturu Mannu: la flora è composta da leccio, ginepro, corbezzolo, ulivo, lentisco, ginestra, mirto. Presenti sul territorio numerose specie animali: cinghiali, volpi, gatti selvatici, conigli, cervi e lepri.
La parte più selvaggia di Teulada è il settore costiero. Nella costa di Capo Teulada vi sono ancora spiagge incontaminate, tra queste Porto Scudo, la spiaggia degli americani e la famosa Cala Zafferano, aperta soltanto d’estate perché territorio militare.
Un’altra località di notevole bellezza è Capo Malfatano, dove si trova l’omonima torre alta 64 metri. Teulada festeggia S.Isidoro, patrono degli agricoltori a maggio per propiziare acqua, vino e pascoli. A luglio si festeggia la patrona del paese, la Madonna del Carmine.

Valid XHTML 1.0!Valid CSS!
Web Powered by Pentagrafica - Site designed and managed by Daniele Dore