Sassari

In virtù dei suoi 120.729 abitanti, Sassari è la seconda città dell’Isola dopo Cagliari, ma compete a pieno titolo con il capoluogo da un punto di vista culturale e intellettuale nonché per modernità e dinamicità dei suoi abitanti, impegnati prevalentemente in attività industriali e di servizi.

Non è certo quando la città fu fondata, si presume che poco prima del 1200 una grave carestia e il timore delle incursioni dei pirati spinse buona parte della popolazione di Turris Lybissonis (odierna Porto Torres) a migrare verso l’interno. Caduta sotto il dominio di pisani e genovesi, Sassari visse una lunga fase di decadenza in seguito all’occupazione spagnola, da cui periodicamente la popolazione cercò di liberarsi con moti insurrezionali di effimera durata, che si ripeterono anche dopo il passaggio dell’Isola al Regno di Savoia.
É solo con la fine del XIX secolo che a Sassari inizia un impetuoso sviluppo favorito anche dalla massiccia immigrazione da tutto il nord dell’Isola. Il centro abitato è in continua espansione, grazie anche alla vastità del territorio comunale, ed è probabile che entro qualche decina di anni Sassari divenga la città più popolosa della Sardegna. Nell’abitato di Sassari, in cui, come in ogni grande città, i quartieri moderni si sono sviluppati intorno al nucleo storico, si trovano parecchi gioielli architettonici che meritano una visita. Fra loro spicca il monumentale Palazzo Ducale, municipio cittadino e sede di molte opere pittoriche d’eccezione. Reperti di ogni genere provenienti da tutti i siti dell’isola affollano invece il Museo G. Sanna, fra le principali sedi di esposizione dell’Isola.
Diversi anche gli edifici religiosi degni di attenzione, fra cui il convento benedettino di Santa Maria di Betlem (XII secolo) e la chiesa francescana di San Pietro in Silki (XI secolo), in cui sono conservate molte opere d’arte. Un gioiellino da vedere è la singolare Fontana Rosello, scolpita nel cuore del centro cittadino.
Ed è sempre nelle pittoresche vie del centro storico che hanno luogo le molte manifestazioni della tradizione sassarese. Fra loro spiccano la Cavalcata Sarda, sfilata equestre in costume con rappresentanze da ogni località dell’Isola, e la processione religiosa dei Candelieri. Come si è accennato, Sassari abbraccia un territorio vastissimo, che si estende dalle campagne dell’Anglona alle impervie coste occidentali dell’Isola, e ovunque si riscontrano numerose località degne di nota, per bellezza del paesaggio o testimonianze storiche. Due siti, in particolare, sono autentici pezzi da novanta oggetto di grande valorizzazione negli ultimi anni: il ci
clopico tronco di piramide di Monte d’Accoddi, unico esempio mediterraneo di ziggurat e sulla cui origine vige ancora oggi il mistero più assoluto, e la cittadella mineraria di Argentiera, meraviglioso esempio di archeologia industriale del primo Novecento, situata a picco sulle imponenti falesie della costa nord-occidentale sarda.

 

Valid XHTML 1.0!Valid CSS!
Web Powered by Pentagrafica - Site designed and managed by Daniele Dore