Olbia

Quarta città dell’Isola per numero di abitanti (45.366), Olbia fu fondata in epoca fenicia con questo toponimo lungo la costa nord-orientale della Sardegna e divenne quindi un fiorente porto romano.

Il periodo di gloria arrivò nel Medioevo, allorché, con il nome di Civita, assurse al ruolo di capitale del Giudicato di Gallura. Le invasioni pisane, genovesi e spagnole fecero piombare Terranova (come la città fu ribattezzata) in una grave decadenza da cui si riscattò a partire dalla fine del XIX secolo.
Riacquisito il nome di Olbia nel 1939, è oggi un dinamico centro commerciale, servito da un importante porto e da un aeroporto (il “Costa Smeralda”) che, in estate, diviene uno degli scali più importanti in Italia per numero di presenze. All’interno del centro abitato rimangono parecchie tracce dell’antico passato della città: oltre a diversi siti punico-romani, fra cui i resti della cinta muraria, si ricorda la chiesa romanica di San Simplicio (XII secolo), ripartita in tre navate e riccamente ornata al suo interno da decorazioni scolpite.
Nei dintorni del centro abitato sono presenti molti siti archeologici, fra cui spicca il complesso nuragico di Cabu Abbas, in cui la costruzione monotorre è circondata da un imponente muraglia spessa fino a 5 metri. Meritano una visita anche la tomba dei giganti in località Su Monte e S’Ape e il pozzo sacro di Sa Testa, ma soprattutto il castello duecentesco di Pedres e quello di Sa Paulazza, a cui si attribuisce addirittura origine bizantina.
Dagli anni Sessanta in poi il boom del turismo balneare in Costa Smeralda ha coinvolto anche Olbia. Il suo tratto costiero presenta parecchie spiagge che si affacciano su un mare cristallino, fra cui quelle di Pittulongu, Cala Banana, Porto Caso. Di fronte al litorale, la piccola isola di Molara e, soprattutto, l’imponente Tavolara, una vera montagna di granito alta oltre cinquecento metri che si alza maestosa in mezzo al mare. Lungo la costa sono sorti negli anni diverse frazioni turistiche riservate alle élite, fra cui la celeberrima Porto Rotondo, fra le località balneari più famose del Paese.
Diversi gli eventi degni di nota: fra loro i festeggiamenti, con processione finale sulle barche, in onore della Madonna del Mare, la Sagra delle cozze e il festival cinematografico di Tavolara.

 

Valid XHTML 1.0!Valid CSS!
Web Powered by Pentagrafica - Site designed and managed by Daniele Dore