Cardedu

L’Ogliastra è una sorta di parco naturale con laghi artificiali e fiumi torrentizi, altopiani e pianure, boschi secolari, spiagge dove lungo la costa è situato un piccolo centro: Cardedu, uno dei Comuni più recenti dell’Isola. La sua fondazione risale al XX secolo, quando gli abitanti di Gairo, dopo la terribile alluvione del 1951, lasciarono il proprio paese stabilendosi più a valle. Oggi Cardedu conta 1.465 abitanti.
L'agricoltura continua a essere il settore principale, grazie anche a terreni molto fertili; ma da qualche anno la creazione di alcuni insediamenti turistici hanno impresso nella comunità una nuova vocazione turistica.
Il paesaggio, a tratti incontaminato e selvaggio, è caratterizzato da uno stupendo mare con piccole insenature a distese di sabbia alternate a scogli e calette incantevoli. Il suo mare è poi tra le mete preferite dei surfisti, grazie al vento di scirocco che soffia costante. Nel territorio circostante non mancano nuraghi, “domus de janas”. Da vedere anche il pozzo sacro in località "Su Presoneddu".
Data la recente fondazione del paese, non ci sono monumenti storici, a parte l'antichissima chiesetta campestre della Madonna di Buoncammino.
Ottimi i prodotti locali, soprattutto i formaggi ("casu e fita", "casu agedu"), e i vini Cannonau.
Poco frequentata d'inverno, si anima d'estate, fino a diventare per 2 mesi un punto di riferimento per residenti e turisti, grazie anche alla manifestazione "lnsieme a Cardedu", durante la quale vengono proposti diversi spettacoli musicali e teatrali. Tra i piatti tipici, i “culurgiones” (ravioli di patate con ripieno di pecorino e menta”).

 

Valid XHTML 1.0!Valid CSS!
Web Powered by Pentagrafica - Site designed and managed by Daniele Dore