Cagliari

Capoluogo della Sardegna, Cagliari conta oggi 164.249 abitanti. Il suo nome deriva dall’antico fenicio Karalis.
Il massimo sviluppo della città si ebbe nel periodo cartaginese. Fu proprio sotto questa dominazione che Cagliari divenne un centro marittimo commerciale, per la sua ottima posizione sul mare.

Cagliari sorge nel Golfo degli Angeli e si estende nella pianura del Campidano. La città è importante dal punto di vista naturalistico: da visitare lo stagno di Molentargius, di Santa Gilla, ricchi di avifauna, e dove si possono osservare il famoso fenicottero rosa, il cavaliere d’Italia, il falco di palude.
A Cagliari si trova la nota spiaggia del Poetto, che si estende sino al Comune di Quartu Sant’Elena. Cagliari ha visto la sua espansione urbanistica sui colli cittadini: il Colle di Monte Urpinu, al centro della città, offre laghetti artificiali e una pineta secolare. Il Colle di S. Elia, il Colle di S. Michele con l’omonimo castello costruito dai Pisani nella seconda metà del XIII. Il Colle di Tuvixeddu che significa “colle dei piccoli buchi”, importante per le tante tombe di epoca fenicio-punica.
Il Colle di Bonaria dove si trova il cimitero monumentale. Uno dei monumenti tra i più importanti dell’isola è la Cattedrale di S. Maria. L’edificio risale al 1274-1300. Fu in seguito modificato nel 1669 e completato in stile barocco nel 1702. La chiesa è a tre navate, pregevole per gli altari, i marmi, le oreficerie, gli affreschi.
Pregevole anche la Basilica di Bonaria, sorta nel 1700 accanto al Santuario.
Cagliari è ricca di monumenti all’aperto: la Torre dell’Elefante del 1307, la torre gemella di S. Pancrazio, il Bastione di Saint Remy. Ma Cagliari è anche città dell’arte: da vedere il Museo Archeologico Nazionale e la Pinacoteca Nazionale. L’anfiteatro romano del II secolo d.C. è sede ogni anno di spettacoli teatrali.
Tra le manifestazioni religiose più importanti, la Sagra di S. Efisio che si tiene il 1° Maggio. Altra manifestazione (non religiosa) è Sa Die de sa Sardigna che rievoca gli avvenimenti storici del 28 Aprile 1794, quando i Piemontesi furono cacciati dalla Sardegna.

 

Valid XHTML 1.0!Valid CSS!
Web Powered by Pentagrafica - Site designed and managed by Daniele Dore